La profezia di Nielsen, il peto di Biden: quando la realtà sorpassa il complottismo!

Immagine 2021-11-08 172527

Un tempo avremmo scritto ‘ la realtà sorpassa la fantasia’, ma ormai la fantasia, e più in generale qualsiasi idea, viene percepita come ‘eccesso’ di libertà’ se non conforme a quello che ‘la maggioranza’ prescrive: una ‘fantasia’ divergente dal sommo bene, nell’accezione obbligatoria che i media mainstream ne danno, non merita quel nome, va chiamata ‘complottismo’. ‘La realtà supera ogni complottismo” è quindi l’espressione oggi più adatta al caso, ma possiamo rassicurarvi ciò non cambia di una virgola la sostanza della questione.

C’è chi crede di aver trovato in speciali utenti della rete, con vero o presunto accesso a saperi ‘esoterici’, la preveggenza del futuro. E magari ha ragione. C’è chi ritiene di aver reperito in film e saghe televisive indizi lasciati intenzionalmente, tali da svelarci gli arcani del presente. E magari non ha torto. C’è chi si dice sicuro la vita sulla Terra sia iniziata con esseri extraterrestri, poi estintisi, fuggiti via oppure con l’hobby voyeuristico di sbirciare dal buco nero della serratura spaziale. Chissà che non sia così, oppure esattamente il contrario di tutto ciò, come gridano senza esitazioni i cacciatori di fake news, gli inesorabili censori delle deviazioni dal percorso della verità assoluta, da loro detenuta. Vedi la medicina, che di colpo s’è risvegliata scienza esatta: o vaccino o morte, i dubbi siano banditi e criminalizzati, peggio ancora se provengono da premi Nobel. Eia Eia alalà, siamo antifascisti!

Persino ai complottisti è sfuggita la grande profezia di Leslie Nielsen, detta anche ‘di Scary movie’. Diversamente da ‘Game of Thrones’, ‘Simpsons’, ‘South Park’, ‘Griffin’ & co., da sempre molto citati, quasi nessuno s’è ricordato che nel 2003, quasi venti anni prima, Leslie Nielsen interpretava il Presidente degli Stati Uniti: all’epoca sembrò irresistibile ma banale gag, oggi è la più lucida profezia sul destino dell’Occidente, dopo quella di Oswald Spengler. Ancor prima, profezia sul destino degli Stati Uniti d’America, che si sono affidati a Leslie…pardon, Joe Biden, dopo le elezioni più controverse della Storia americana. Durante il Cop26, Biden ha raggiunto il culmine d’una carriera presidenziale molto breve ma già tanto intensa: a Glasgow ‘Sleepy Joe’ s’è trasformato in ‘Hot air Joe’, per gli amici ‘Farty’. Eccovi intanto ‘il profeta Leslie’, anche lui al massimo della forma:

Un peto di fronte alle altezze reali è la quintessenza dello spirito di President Nielsen, ed infatti:

Immagine 2021-11-08 174543

Senza parole, sembra quasi essersi ispirato. Per non parlare della reazione di Greta all’emissione di gas nocivi, durante la conferenza sul clima di Glasgow: come non vedere in quell’umano metano, per quanto certamente rinnovabile, il più clamoroso tradimento nei confronti dei giovani e delle promesse fatte. Altro che l’aereo privato della Von Der Leyen. Che poi sia stato ‘lungo e rumoroso’… era inevitabile: parliamo infatti di ‘grandi della Terra’.

In fondo si tratta solo dell’ultimo, più recente, episodio di vita vissuta che fa intravedere in Leslie Nielsen il perfetto precursore di Joe Biden, che ai tempi del film era semplice senatore, nel quale nessuno avrebbe colto il futuro campione del mondo progressista di venti anni dopo. Prima di salutarci, grati al mondo dell’arte per ciò che regala all’esperienza umana sulla Terra, ecco qualche ulteriore esempio recentissimo di perfetto accordo fra vita e teatro:

‘You are a famous baseball player in America’, ‘Tu sei un famoso giocatore di baseball in America’ 

dice il Presidente al Papa. Impedendo di tagliar corto ad un Bergoglio dall’aria sorpresa e sardonica – la visita durava da ore, ‘Farty’ ha poi fatto gran ritardo al G20 – Biden si dilunga su di un giocatore di baseball di colore…ma anche nella lunga sequenza pubblicata dalla CNN, proprio per controbattere alle accuse di arterioscleriosi rivolte al Presidente sui social, c’è un vistoso taglio, dopo la frase surreale, e poi il discorso riprende, come potete vedere da voi stessi. E Biden pare davvero esordire malamente con quelle parole. Sono numeri da Leslie Nielsen, poco da aggiungere:

Ma prima di subire le delazioni di Camilla Parker Bowles, ‘Farty’ Joe aveva già sofferto un’oltraggiosa campagna, filtrata da fonti presenti all’incontro col Papa. Non solo il Presidente degli States aveva esordito così, all’arrivo in Vaticano:

I’m Jill’s husband’ ‘sono il marito di Jill’

ma numerosi giornalisti avevano poi riferito di un ‘bathroom accident’, ‘un problema di toilette’… che s’era trasformato in un vero e proprio ‘poop gate’ sui social, con maleodoranti illazioni al riguardo, più o meno accreditate. Ecco un noto youtuber approfondire l’appassionante tematica, di grande risonanza negli States:

Nella prossima sequenza, invece, Joe s’accontenta di definire ‘spazzatura’, ‘garbage’, la sua stessa politica sull’immigrazione, negando con la massima nettezza che i rimborsi alle famiglie degli immigrati IRREGOLARI, per quasi 500.000 mila dollari, potessero MAI essere davvero una misura prevista dal suo governo. Notare come egli guardi l’intervistatore con occhi perplessi, nemmeno gli stesse raccontando la più grande balla di cui ridere. Il giorno dopo, il ministero dell’immigrazione americano ha dovuto indire una conferenza stampa per riaffermare la presenza, sottoscritta da Biden, di quel provvedimento che tanto gli era sembrato pazzesco. Come racconta una imbarazzata CNN. Chi più Leslie di Joe?

Potremmo continuare a lungo, c’è materiale inesauribile. Ma che senso ha infierire: l’importante è aver capito che coi Dem americani c’è da divertirsi quasi come col M5s, che infatti proviene direttamente dai loro lombi e ad i loro lombi italiani sta tornando, di corsa. E per continuare a divertirci, facciamo i baffi da gatto – che volpe certo non è – al vicepresidente grillino del Parlamento Europeo.

Immagine 2021-11-08 183510

Post Scriptum del 16 Aprile 2022: a causa della censura imperante sul ‘complottismo’ – vedi sopra – ho dovuto più volte reinserire i link di alcuni dei video di questo post, in quanto evidentemente troppo impietosi con Biden, per la cernita che Youtube – peraltro il meno censorio fra tutti i social, figuriamoci gli altri – compie sul materiale caricato. Poco importa che sia autentico, deve favorire il bene, ovvero quello che i gestori di Youtube desiderano. Ma soprattutto val la pena ricordare come Joe Biden, sempre più fratello gemello di Leslie Nielsen, ne abbia fatta un’altra delle sue. Godetevelo in questa nuova sequenza mozzafiato:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...