Buon 2017! Theleme reca a ciascuno i migliori auguri dell’Angelo Pavone

yezidi-taus-melik-emblemaAuguri di un lieto 2017 ai nostri lettori. Anche migliore a chi invece non ci legge.

Pur nella profonda inquietudine geopolitica, è ancora viva la speranza che l’intelligenza possa prevalere.

Il Buon Anno più antico del mondo, quello dell’Angelo Pavone Tawuse Melek. Sacro agli Yazidi, in attesa del 6767 *.

Il 2016 volge al termine, nella più grande confusione politica nazionale ed internazionale. Nuove alleanze fanno nevroticamente capolino fra quelle più consolidate, sia dentro che fuori l’Italia, mentre l’occidente e l’oriente – non sapendo incontrarsi – si scontrano in un caos che, lo diciamo con Nietzsche, speriamo saprà regalarci una stella danzante, prima o poi.

Facciamo i migliori auguri ai nostri lettori, spiriti eroici che evidentemente non sono sazi delle briciole, esperienziali e sapienziali, che il contesto offre. Ci auguriamo vogliano ancora omaggiarci della loro attenzione, del loro interesse. Ma auguri ancora maggiori a chi invece non ci legge e non ci leggerà mai: ne avrà bisogno più degli altri. Rischierà di credere, ad esempio, alle parole del Questore di Milano il quale, nonostante l’incessante ritornare di luoghi milanesi nella logistica dell’attentato di Berlino al mercatino di Natale, vuol darci a bere si sia trattato esclusivamente di ‘suggestioni, coincidenze’. Oppure egli rimarrà persuaso della possibilità di salvare una grande banca, clamorosamente e ripetutamente fallita, da cui tutti i correntisti scappano e nessuno si aggiunge, rimpinguando per la terza volta le sue casse col denaro del debito pubblico. Senza mai intervenire sui responsabili del crack e lasciando praticamente intonsi i suoi organigrammi, cioè i responsabili materiali del tracollo che tanto è costato e tanto ancora costerà a tanti risparmiatori, sovente gabbati. Persino, potrebbe credere che uno stabilimento obsoleto e fuori mercato come ILVA abbia reali chance di interessare a qualche vero privato, sul libero mercato. E non solo a sedicenti cordate di imprenditori al soldo di governi senza soldi. E giungere sino al punto di sperare di poter votare prima del Settembre 2017 (mese in cui la quasi totalità dei parlamentari avrà raggiunto il minimo per ricevere il famoso vitalizio), essendo già oggi il 31 Dicembre 2016, senza che minima traccia vi sia ancora di legge elettorale e via discorrendo.

Ma lasciamo le miserie di casa nostra, per augurarci che il 2017 non ci porti quello scontro globale che cova da decenni, talvolta rinfocolandosi talvolta riassopendosi come magma sotterraneo. Molti indicatori di primaria importanza, per cominciare dal numero irrituale di ex generali nella nascente amministrazione Trump a finire col recente, gravissimo episodio dell’assassinio dell’Ambasciatore Russo – proprio mentre Putin stava per recarsi ad assistere ad un’opera teatrale scritta dall’ultimo Ambasciatore Russo, Gryboiedov, di cui si ricordi la morte violenta (guardacaso in Persia/Iran, nel 1829) – ci dicono che una partita fra schieramenti geopolitici maggiori sia arrivata al culmine, fra colpi bassi, attentati reciproci, scontri commerciali e balletti di alleanze. Incrociamo le dita affinché chi risulti meno forte sappia piegare la testa, evitando un redde rationem dalle conseguenze apocalittiche. E chi sia più forte non cerchi la distruzione e l’umiliazione del nemico, a tutti i costi.

Ecco perché Theleme, quest’oggi, vi porge gli auguri di Tawuse Melek in persona, L’Angelo Pavone, supremo inviato del Dio degli Yazidi sin dal giorno in cui la bianca perla con cui Egli giocava cadde nell’Oceano Cosmico. Gli Yazidi hanno fatto le terribili spese dell’ostilità millennaria che l’ISLAM riserva a chi non piega la testa al suo credo, a chi non fa parte dei popoli del Libro (la Bibbia) e pretende persino di risiedere nel DAR al-ISLAM. Sterminati, perseguitati, violentati dal cosiddetto ISIS – raggruppamento alquanto generico di integralisti musulmani guerrieri, strumentalizzati e finanziati da una pluralità di Stati, arabi come occidentali, e di confessioni, che di volta in volta li usano o li combattono – gli Yazidi, in gran parte di etnia curda, praticano una religione antichissima, persa nel passato ancestrale dei popoli indoeuropei.

Ai nostri giorni essa risulta un affascinante impasto di perduti culti mesopotamici, di zoroastrismo, ebraismo, induismo ed islam, coronato da un potente simbolo noumenico, apotropaico, taumaturgico, psicopompo: l’Angelo Pavone. Di cui a Theleme crediamo vi sia quanto mai bisogno: Il Capodanno yazide cade invero il mercoledì di Aprile chiamato ‘Sere Sal’ (in Primavera il loro Calendario segnerà l’anno 6767*)… ma per questo cruciale 31 Dicembre 2016 ci siamo dotati di un triplo salvacondotto cufico, runico, cuneiforme, che ci consente di recare a tutti il più esoterico augurio d’un felice, sereno, palingenetico 2017.

* Il fatto che nella notissima smorfia napoletana il 67 significhi ‘o’ totar’ int’à chitarre’ (‘il polipo nella chitarra’) – sicuramente uno dei più oscuri fra i ‘sogni’ lì elencati, peraltro raddoppiato dalla ripetizione 6767 – non riteniamo abbia in questo caso speciale valenza. 

Annunci

2 commenti su “Buon 2017! Theleme reca a ciascuno i migliori auguri dell’Angelo Pavone

  1. […] a caso, magari famoso nel settore: Buddha, Zoroastro, Maometto, l’Imam Alì, Amon Ra o Melek Taus. No, quelli sarebbero proprio il Corpo ed il Sangue di Cristo, cioè il Nazareno (-ireo), Gesù, il […]

    Mi piace

  2. Jack ha detto:

    LӀKE WHAT DADDY, TELL US, TELL US.? Each boys jumped uρ
    and down desirous to know esy methods to make God happy.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...